Omelia dell’andare


Un processo creativo che va al di fuori delle comuni aspettative e che si fonda sulla richiesta di condividere insieme agli spettatori presenti uno spazio senza tempo…

“Destinazione Marte”


In occasione delle repliche dello spettacolo "MARS • kids" al Festival Bolzano Danza, Maria Quinz intervista Nicola Galli.

“Un viaggio introspettivo intorno all’animo umano”


Con "Deserto digitale" prosegue il mio interesse per il paesaggio in un viaggio introspettivo intorno all'animo umano.

L’agenda culturale di Rai 5 intervista Nicola Galli


Nicola Galli racconta alle telecamere di Save the date la genesi di "Deserto digitale".

“Il nostro teatro è per tutti”


Tonio De Nitto, regista della Compagnia Factory, si racconta a paneacquaculture.

Igor & Moreno: le grida di tutti i nostri domani


Una performance mozzafiato che indaga con precisione millimetrica la relazione interpersonale ed estende i canoni che delimitano il concetto tradizionale di "danza".

Premio Danza&Danza 2018 Nicola Galli


Col suo "De rerum natura" [...] ha dato prova di maturità, di sensibilità e temperamento...

Intervista a Manfredi Perego


L' amore per la danza ed il movimento è nato grazie all'approccio ludico, totalmente leggero e libero, di cui ho potuto godere e di cui cerco di godere tuttora...

Danae Festival: la centralità del corpo e lo sguardo dello spettatore


In “Bau#2”, Barbara Berti compie un percorso arguto tra corpo e subconscio. Il suo è un dialogo istintivo con gli spettatori.

Bau #2, Una solida anomalia


Ineffabile nella sua immediatezza, Berti supera la destrutturazione contemporanea innescando un dispositivo scenico che nel suo tacito dire «non badate a me» porta lo spettatore (laddove l’artista mantenga il giusto equilibrio) a toccare l’impalpabilità della transizioni di stato.