Elisa Sbaragli

Elisa Sbaragli è coreografa ed artista associata dal 2023/2024 a Tir Danza.

Porta avanti una propria ricerca autoriale, interessata alla scoperta delle alterità, ai luoghi e spazi liminali ed alla possibilità di destrutturare le forme del corpo e del movimento codificato, per stare il più possibile nella ricerca costante di nuovi linguaggi espressivi ed intercettare una moltitudine di visioni e immaginari possibili. Collabora, durante tutta la fase del processo creativo, con artisti di formazione diversa che spaziano dalla musica, alla performing arts, alle arti visive.

Nel 2023 viene selezionata da CRISOL – CREATIVE PROCESSES per Boarding Pass Plus, lavorando con Heine Avdal (NO) e Yukiko Shinozaki (JP) per il progetto elsewhere e elsewhen, presentato al Festival (((O)))utpost 2023 – Flørli (NO).

Nello stesso anno apre la ricerca artistica di Se domani con Alice Raffaelli, Lorenzo De Simone e la drammaturgia di Eliana Rotella. Il lavoro è vincitore dei bandi di residenza Citofonare PimOff 23/24 e HOME Calling 2023. 

Gli ultimi suoi lavori sono: Mirada; Sull’irrequietezza del divenire selezionato da Bodyscape 2021; Ipergeo, un laboratorio aperto a tutt3, una mappatura collettiva degli spazi residuali, svoltosi nella Riserva Naturale del Monte Mesma (Lago d’Orta), a Cinematica Festival (Ancona) e al Festival EXIT Vol. V (Bologna).

Si forma presso il C.I.M.D., diretto da Franca Ferrari e nel 2017 conclude Azione, diretto da Sosta Palmizi.

Show

Se domani
(work in progress)

Mirada

Sull’irrequietezza del divenire