TOCCARE_the white dance

coreografia Cristina Kristal Rizzo
danza Annamaria Ajmone, Jari Boldrini, Kenji Paisley-Hortensia, Sara Sguotti, Cristina Kristal Rizzo
musiche Les Pièces De Clavecin di Jean-Philippe Rameau
adattamento, direzione musicale e clavicembalo Ruggero Laganà
flauto Antonella Bini
percussioni Elio Marchesini
light design e direzione tecnica Gianni Staropoli
creative producer Silvia Albanese
costumi Boboutic ss20

TOCCARE_the white dance è attraversato da una ricerca molto precisa che ha come tema il toccare, inteso come gesto del toccare e non come contatto: un toccare distaccato, la semplice intimità di un sentire radicalmente aperto. Questo primato del toccare è da intendersi nell’ambito di un pensiero per il quale il tratto saliente dell’esistenza è il suo essere singolare-plurale.

Which is the spirituality in the materiality?

Toccare comporta sempre l’affermazione di una alterità infinita: toccare l’altro significa toccare tutti i possibili altri, inclusa la propria persona, incluso l’insensibile nel sensibile; significa ripensare radicalmente la natura dell’essere e del tempo.

Che cosa significherebbe riconoscere che la nostra responsabilità si estende sull’insensibile così come sul sensibile, e che siamo sempre già aperti all’altro dall’interno così come dall’esterno? Come possiamo venire a contatto con un’etica che è attiva verso il virtuale?

La riattivazione di un corpo erotico dismesso dal narcisismo hyper sessualizzato che costruisce architetture d’isolamento è un problema politico così come un problema terapeutico, ma è soprattutto una responsabilità comune e senza calcolo che condividiamo con tutti gli oggetti umani e non umani, è una dimensione estetica e dunque filosofica che ci mette in contatto con la pienezza del nulla che sta al cuore della materia e con le qualità sensuali di un mondo che non è più Mondo, per un’ecologia senza ritorno.

La creazione si sviluppa in sinergia con la riscrittura di Les Pièces de clavecin di Jean-Philippe Rameau a cura del compositore Ruggero Laganà: una “danza da camera” che mette a nudo una meccanica coreografica fatta di precisione analitica e contrappunto barocco, in un puro abbandono di se stessi.

Fin dalla sua concezione, il progetto si pone in una dimensione dinamica, modulare e aperta, concependo articolazioni spaziali che renderanno possibile fare esperienza della creazione in differenti spazi: dal teatro all’italiana al teatro con gradinata, dal museo alla white box, dal bosco al giardino, alla terrazza, immaginando di aprire la ricerca a diverse modalità e tecniche di fruizione inclusive, tra cui l’audiodescrizione.

Calendario

TOCCARE_the white dance

Cristina Kristal Rizzo
TOCCARE_the white dance

14/09/2020

PRIMA NAZIONALE TORINODANZA

TOCCARE_the white dance

Cristina Kristal Rizzo
TOCCARE_the white dance

17/09/2020 - 18/09/2020

MilanOltre Festival